Il Capo dello Stato on. Sergio Mattarella inaugurerà l’anno accademico dell’Unifg

I temi e i dettagli della Cerimonia di Inaugurazione del nuovo anno accademico

Sergio Mattarella
Francesca Romana Cicolella

Si parlerà di povertà educativa e di valore dell’istruzione lunedì 25 ottobre, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Foggia alla presenza del capo dello stato, on. Sergio Mattarella.

Il Presidente della Repubblica, infatti, sarà l’ospite speciale che aprirà ufficialmente l’anno accademico 2021/2022 dell’Unifg. Dopo lo stop causato dall’emergenza sanitaria l’evento, appuntamento fisso per ogni Ateneo, torna ad essere celebrato in presenza. La cerimonia si svolgerà, nel rispetto delle norme anti-COVID e quindi con presenza ridotta, all’interno dell’Aula Magna “Valeria Spada” a partire dalle ore 11.00.

Al centro degli interventi previsti una riflessione sulla povertà educativa come fenomeno non solo da studiare in ambito accademico ma, soprattutto, da affrontare e combattere con la formazione. L’università, infatti, non può che avere un ruolo di primo piano nella riqualificazione di un territorio partendo dalla formazione delle sue menti.  La lotta alla cultura mafiosa e alle storture di un territorio complesso come la Capitanata passano anche da qui, dalla necessità di trattenere i giovani e dare loro la possibilità di essere risorse per il territorio. Di qui l’esigenza di parlare di formazione come rimedio ad un fenomeno che ancor oggi registra numeri preoccupanti.

“Questo è un argomento cui teniamo particolarmente.” – ha sottolineato il Rettore dell’Università di Foggia prof. Pierpaolo Limone “Stiamo facendo il massimo per tenere alta l’attenzione sulle possibilità che ci sono, tramite la formazione, di far fronte alle difficoltà della nostra terra. Per questo abbiamo deciso di dedicare alla povertà educativa l’evento più importante dell’anno accademico; intendiamo lavorare sempre più e costantemente per rendere la formazione risorsa centrale anche per favorire il recupero e un maggiore benessere degli strati più fragili della popolazione. Sono chiaramente onorato della presenza dell’on. Mattarella, sono certo che la sua presenza e il suo messaggio saranno per l’Unifg e per l’intera città un segnale importante di speranza e di forza per questa ripartenza.”

Ad accogliere il Presidente Mattarella, quindi, saranno i docenti, gli studenti e le massime autorità cittadine ed accademiche. Il suo intervento, come da tradizione, sarà preceduto da quelli del Magnifico Rettore prof. Pierpaolo Limone, dai discorsi di un rappresentante degli studenti e di un rappresentante del personale tecnico-amministrativo. La prolusione, invece, sarà affidata alla Daniela Dato, docente del Dipartimento di Studi Umanistici e delegata del Rettore all’Orientamento. 

A conferire ulteriore solennità alla cerimonia è anche la scelta di coinvolgere la nota direttrice d’orchestra Gianna Fratta. La musicista, che calca i più importanti palchi nazionali ed internazionali, aprirà l’evento di inaugurazione con una performance musicale, suonando dal vivo l’inno nazionale.

All’evento sarà possibile accedere solo su prenotazione. Le modalità di accesso e prenotazione posti saranno rese note sul sito unifg.it.